serramenti

“È arrivato il momento di cambiare gli infissi?”

Qualunque proprietario di casa si pone questa domanda almeno una volta nella vita, poiché se è vero che dei buoni serramenti durano molti anni, è anche vero che nell’arco del tempo la loro efficienza diminuisce, sia dal punto di vista dell’isolamento termico che acustico. Infatti, la vita di un infisso può superare i 30 anni, ma anche nel caso in cui a livello estetico esso sembri lo stesso di quando l’hai acquistato, le sue performance tecniche vanno inevitabilmente incontro a un decadimento.

Purtroppo, a meno che non si verifichino fenomeni evidenti di deterioramento, spesso si sottovaluta l’aspetto prestazionale dei serramenti. Esistono però alcuni indicatori che ti possono svelare se è giunto il momento di pensare ad una sostituzione.

Ecco alcune semplici verifiche che puoi effettuare nella tua casa per valutare lo stato degli infissi.

Passando davanti alle finestre senti degli spifferi d’aria

Oltre a controllare che la finestra sia ben chiusa, puoi fare il “test dell’accendino”. Per verificare la tenuta dell’infisso agli agenti atmosferici (in questo caso all’aria) posiziona un accendino acceso vicino alle guarnizioni, in una giornata mediamente ventosa. Se la fiamma vibra, significa che l’aria passa dall’esterno all’interno dell’abitazione. Ovvero, il serramento non garantisce più delle buone prestazioni.

Vedi dell’umidità e della condensa intrappolata tra i vetri

Soprattutto la mattina, fai caso alla presenza di condensa o umidità tra i vetri delle tue finestre. Se la risposta è affermativa, chiedi il consiglio di un esperto: o gli infissi sono stati installati in modo scorretto, o alcuni componenti possono essere usurati e non più isolanti.

Senti i rumori esterni

Fatto salvo per i normali segnali acustici ambientali che non possono essere bloccati dagli infissi, se - soprattutto di notte - avverti rumori che tempo fa non sentivi, significa che l’isolamento acustico dei serramenti potrebbe essere compromesso.

Le finestre non si aprono o chiudono bene

L’efficienza di porte, finestre e porte finestra deve essere assoluta, specialmente in termini di sicurezza. E quando parliamo di sicurezza, non intendiamo solo la protezione dall’intrusione di malintenzionati (che può essere assicurata da inferriate, o tapparelle e portoncini blindati), ma anche la possibilità – in caso di calamità – di uscire velocemente da casa. Non dimenticare che le finestre e le porte dovrebbero sempre aprirsi, chiudersi, bloccarsi e sbloccarsi con facilità.

Vedi la luce che filtra dal davanzale

Quando una finestra è chiusa, nessuna luce dovrebbe passare attraverso il davanzale o intorno al telaio. Questo vale anche per le porte esterne: se chiuse, la luce non dovrebbe filtrare dalla soglia. Purtroppo, dove entra la luce possono entrare anche acqua, correnti d’aria e insetti.

I serramenti sono di vecchia generazione e non rispondono più ai requisiti di isolamento

In case che sono state costruite più di 30 anni fa, può succedere che gli infissi montati allora fossero il massimo disponibile in termini di efficienza. Tuttavia, oltre ad un calo prestazionale fisiologico, questi serramenti non soddisfano più gli standard di isolamento termico e acustico di un immobile moderno.Questo non incide solo sulla sostenibilità ecologica dell’abitazione, ma anche sul risparmio energetico in bolletta.

Porte e finestre inefficienti portano inevitabilmente a consumi più alti

Controlla le bollette energetiche degli anni precedenti. Al netto degli aumenti dei costi fissi, quando l’incremento della spesa è graduale e costante, può essere un chiaro segno di deterioramento degli infissi. L’installazione di serramenti ad elevate performance di risparmio energetico porterà ad una riduzione dei costi di riscaldamento e raffrescamento della casa.

In conclusione, se abiti nella stessa casa da più di 15 anni e non hai mai cambiato i serramenti, sappi che stanno cominciando ad invecchiare. Oltre ad una regolare manutenzione, è il momento adatto per cominciare a valutarne l’efficacia. Se sono di buona fattura e sono stati posati bene, è probabile che saranno in grado di sopportare altri anni senza doverli sostituire (o comunque non tutti).

In ogni caso, ricorda di rivolgerti ad una ditta specializzata per avere un parere professionale ed eventualmente pensare all’acquisto di nuovi infissi. Inoltre, come ripetiamo sempre, cerca di evitare di risparmiare sulla qualità, sia degli infissi che del montaggio, preferendo un’azienda che effettua una posa in opera qualificata, che è importante quanto l’infisso stesso.

Se vuoi maggiori informazioni o hai dubbi che riguardano il mondo dei serramenti, vieni a trovarci nel nostro show-room di Massa Lombarda. Saremo lieti di fornirti una consulenza gratuita. Contattaci!