ecobonus 2020

Come sappiamo, ristrutturare casa è sempre un investimento importante che pesa non poco sull’economia domestica, ma il 2020 porta buone notizie. Per aiutare le famiglie italiane, è stata estesa al nuovo anno l’agevolazione fiscale Ecobonus, che consente di migliorare l’efficienza energetica dell’abitazione effettuando interventi come la sostituzione di infissi che permettono un risparmio energetico, o come l’installazione di schermature solari.

Per poter godere delle detrazioni l’immobile deve rispettare alcune condizioni precise:

·         deve già essere esistente al momento della sostituzione, dunque già accatastato o in fase di       accatastamento;

·         deve essere in regola con il pagamento di eventuali tributi;

·         deve essere dotato di impianto di riscaldamento.

 

Anche l’operazione di installazione deve rispettare, sotto il punto di vista tecnico, alcuni punti chiave:

·         si deve trattare di una sostituzione o modifica di infissi già esistenti;

·         l’opera deve delimitare un volume riscaldato verso l’esterno o verso vani non riscaldati;

·         i nuovi infissi devono garantire un valore di trasmittanza termica (Uw) inferiore o uguale al          valore di trasmittanza limite (serve la perizia di un tecnico abilitato).

 

Ma cosa intendiamo esattamente quando parliamo di Ecobonus?

L’ecobonus 2020 è una detrazione IRPEF o IRES e viene erogata nella forma di riduzione delle imposte dovute, in 10 rate annuali di pari importo. La detrazione è stata prorogata dalla Legge di Bilancio fino al 31 dicembre 2020 per i lavori in edifici privati mentre, per le spese sostenute per interventi in parti comuni di condomini, la scadenza per fruire dell’agevolazione è fissata al 31 dicembre 2021. La detrazione, per lavori effettuati e pagati nell’anno solare 2020, comincerà dunque a partire dalla dichiarazione dei redditi 2021, per 10 anni consecutivi. Attenzione a considerare una cosa importante: nel caso in cui l’importo da detrarre sia maggiore dell’importo IRPEF da versare, il contribuente non potrà in alcun modo riportare l’eccedenza all’anno successivo o chiederne il rimborso.

La detrazione, in generale e con riferimento non solo al comparto serramenti, varia dal 50% al 65% in base al tipo di lavori effettuati e può arrivare fino al 75% per i lavori in condominio. C’è ancora la possibilità di accorpare l'ecobonus al sismabonus, l’incentivo per ridurre il rischio sismico, e in questo caso la detrazione può arrivare fino all’85% delle spese sostenute. La logica perseguita dal nuovo Ecobonus è quella di agevolare con detrazioni maggiori le spese che consentono di beneficiare di un maggiore livello di risparmio energetico. La spesa massima detraibile per gli interventi di riqualificazione energetica che concernono il settore dei serramenti è di 100.000 euro, per una detrazione fino al 50%.

 

Il decreto è stato ad oggi reso noto soltanto in bozza e sono attese ulteriori novità nei prossimi mesi, ma lo staff di Idea Serramenti è sempre aggiornato per fornirti un servizio puntuale e qualificato. Vieni a trovarci senza impegno nel nostro show-room di Massa Lombarda, ti daremo tutte le informazioni che desideri per ristrutturare la tua casa e migliorare la sua efficienza energetica!