serramenti in legno

Scegliere gli infissi con consapevolezza è importante. Per avere dei serramenti di alta qualità (con ottime prestazioni in termini di efficienza energetica, isolamento termico e acustico e durevolezza nel tempo), caratterizzati da un design in linea con le tue aspettative e un buon rapporto qualità-prezzo, è necessario porre la giusta attenzione su ogni singolo elemento: il materiale utilizzato, i vetri, i trattamenti possibili, la manutenzione. Manca tuttavia una cosa fondamentale: la posa in opera. Potresti anche aver trovato gli infissi più innovativi sul mercato, ma se questi non vengono montati in maniera adeguata sarà come aver scelto il prodotto con le prestazioni peggiori. Non bisogna dimenticare che gli infissi vengono accompagnati da certificazioni che documentano le loro caratteristiche: valori che possono essere gravemente inficiati da una posa in opera non idonea.

Quali sono quindi i segreti di una corretta posa in opera?

Il primo punto è individuare se si tratta di un intervento di ristrutturazione o di nuova costruzione.

La posa in opera negli interventi di ristrutturazione

In primo luogo è necessario valutare se sfruttare i telai degli infissi esistenti oppure se è necessario smontarli e installare dei nuovi controtelai. In seguito, vengono definite le dimensioni (larghezza e altezza) avendo cura di lasciare uno spazio tra il controtelaio ed il nuovo infisso (tolleranza) che servirà come contenitore per i materiali sigillanti ed assorbirà le dilatazioni dei materiali dovute al caldo ed al freddo. Si passa quindi alla definizione della tipologia di infisso, del sistema di fissaggio più efficace e del sistema di sigillatura. Un ultimo punto da considerare è che molto spesso negli interventi di ristrutturazione ci si trova a lavorare in una casa abitata e non in un cantiere, quindi una valutazione preventiva di tutti i dettagli riduce al minimo il disagio di chi abita la struttura.

La posa in opera nelle nuove costruzioni

N questo caso, occorre prima definire se l’infisso sarà dotato o meno di un sistema di oscuramento o di sicurezza, cioè se davanti all’infisso verrà posizionato un avvolgibile, una persiana, una grata, abbinando magari anche una zanzariera. Valutato il “sistema infisso” nel suo insieme, deciso il controtelaio e il punto in cui posare l’infisso, bisogna prestare massima attenzione al contenimento o eliminazione dei ponti termici, cioè i possibili passaggi di aria in particolare tra muro e controtelaio, ma anche tra serramento e controtelaio, causati da alcune disomogeneità nei materiali. Se i ponti termici non vengono adeguatamente trattati, si presenteranno sbalzi termici che favoriranno la formazione di muffe. Si procede poi con le altre fasi già descritte in precedenza per gli interventi di ristrutturazione.

Una volta concluso il montaggio, ci sono dei semplici controlli finali che vanno effettuati: verificare che le ante si chiudano in modo corretto, che le stesse non si aprano spontaneamente, e infine che anche persiane e avvolgibili non presentino difetti.

Ricordiamo che le aziende di serramenti operano controlli sempre più stringenti sull’attività dei loro rivenditori e promuovono corsi di aggiornamento sull’installazione di nuovi modelli. La certificazione di qualità viene rilasciata a seguito di un procedimento concreto legato a controlli annuali e a costanti verifiche sul posatore per garantire la continuità del metodo.

 

Con Idea Serramenti vai sul sicuro! Tutti i nostri installatori possiedono le competenze e la professionalità della posa in opera qualificata, oltre che varie certificazioni tra cui, ultima in ordine di tempo, quella del Consorzio LegnoLegno secondo la norma UNI 11673-1.

Per conoscere le altre certificazioni in nostro possesso, clicca qui. Ti aspettiamo nel nostro show-room di Massa Lombarda!

 

Per guardare il nostro video sui sistemi di posa in opera https://www.youtube.com/watch?v=AFssfT9E1Q8