porta blindata

Proteggere la propria casa da pericolose intrusioni è diventata una necessità fondamentale per i consumatori, che si orientano sempre più verso l’acquisto di porte blindate.

Le porte blindate sono porte di ingresso per abitazioni, uffici ed esercizi commerciali che garantiscono un’elevata sicurezza ai tentativi di effrazione. Sono quindi elementi strutturali di una casa che fanno parte della cosiddetta “difesa passiva”. Perché sia veramente efficace nel proteggerci, una porta blindata deve essere scelta in base a diversi criteri e occorre conoscere quali sono le caratteristiche opzionali che è possibile trovare nei prodotti in commercio, in modo da scegliere la più adatta a noi e alla nostra abitazione.

Le porte blindate sono classificate e suddivise in sei classi di sicurezza, in base alla loro capacità di resistere allo scasso ed effrazione: si parte da 1, per i modelli resistenti a tentativi di rottura con violenza fisica, calci e strappi, per arrivare alla classe 6, per le quali il tempo di effrazione richiesto è pari a circa 20 minuti. Oltre alla questione sicurezza, l’installazione di una porta blindata da ingresso garantisce la protezione dagli agenti atmosferici e assicura l’isolamento termico e acustico, evitando la dispersione di calore e limitando la provenienza di rumori provenienti dal vicinato o dalla strada.

La produzione di porte blindate è regolata da alcune norme e può essere certificata da alcuni marchi di garanzia: ad esempio, la norma Uni En 1303:05 stabilisce i requisiti di durata e resistenza agli attacchi dei cilindri, mentre la normativa Uni En 12209 determina i criteri di sicurezza delle serrature.

Per le porte che si affacciano direttamente sull’esterno si utilizzano materiali particolarmente adatti a resistere alle intemperie: alluminio, acciaio, pvc, Mdf idrorepellente e alcune essenze legnose. La struttura invece del telaio e del controtelaio, che è quella che garantisce la sicurezza, è in acciaio.

La porta blindata non deve essere soltanto sicura e funzionale, deve essere piacevole alla vista e rispondere a requisiti estetici in sintonia con il gusto personale e l’ambiente nel quale viene collocata. Per questo, i rivestimenti possono essere molto diversi, sia come estetica che come colore, ad esempio possono essere laminati o laccati, oppure comprendere anche parti in vetro blindato.

La porta blindata necessita di alcuni controlli nel tempo per poter funzionare correttamente. In generale è consigliabile far effettuare un controllo annuale alle cerniere, alle guarnizioni e alle serrature. I campanelli d’allarme per un cattivo funzionamento della porta sono rumori insoliti durante l’apertura, la comparsa di strisce sul pavimento in corrispondenza dell’area di apertura dell’anta.

Nel caso delle porte blindate, sono ben 3 le tipologie di detrazioni fiscali ammesse.

  1. Per le opere di ristrutturazione, l’installazione di una nuova porta blindata rientra nella categoria di lavori che permettono la detrazione del 50%.
  2. Qualora ricorrano i requisiti di modello che consente l’isolamento termico e conseguente risparmio energetico, è ammessa l’agevolazione detta Ecobonus, anch’essa con aliquota 50%.
  3. Infine, il bonus sicurezza considera la porta blindata uno dei principi fondanti per la protezione degli occupanti dell’abitazione. Anche in tale caso, è ammessa la detrazione del 50% in sede di dichiarazione dei redditi.

Inoltre la presenza di una buona porta blindata aumenta del 5% il valore di una casa.

Idea Serramenti propone le porte blindate di Di.Bi, leader del settore, con 10 linee curate nei dettagli e con un ampio ventaglio di personalizzazione. Vieni a trovarci nel nostro show-room di Massa Lombarda!